La mia filosofia

Sono un italiano atipico.

Preferisco l’intelligenza alla furbizia.

Preferisco l’essere all’apparire.

Ho la brutta abitudine di dire sempre quello che penso: anche quando sarebbe molto più comodo starsene zitti.

Non ho pregiudizi su niente e nessuno.

Non mi piacciono le divisioni uomini-donne. Preferisco parlare di “persone”.

Non mi piacciono i compromessi e gli inciuci.

Preferisco la presunzione all’ipocrisia.

Anche se sono in pace con me stesso, non sarò mai felice: perchè intorno a me vedo troppo dolore ed infelicità.

Ho ancora la capacità di indignarmi per le ingiustizie.

La solitudine non mi spaventa. Le persone banali, noiose e volgari, invece, mi terrorizzano.

Mi piace circondarmi di persone libere e dignitose. Come me. E come i gatti, gli animali che amo di più.

Nella civiltà dell’immagine e dei palestrati, considero quasi un dovere avere qualche chilo in più.

Sono disposto a pagare un prezzo molto alto per portare avanti le mie idee.

Vuoi mettere la soddisfazione di morire libero?