State Bonucci se potete.

bonucciA gentile richiesta, dico la mia sull’affaire Bonucci.
Una premessa: ho sempre considerato Bonucci un calciatore sopravvalutato e una persona arrogante. Un buon difensore, che spicca particolarmente nel campionato dei mediocri. Un buon difensore, spacciato per una versione moderna di Beckenbauer da una critica ipocrita, abituata a scrivere ciò che i lettori vogliono sentirsi dire. Detto questo, credo che nei successi juventini, al contrario di Allegri, la firma di Bonucci sia stata determinante. Quindi, tra i due, dopo aver dato una bella lavata di testa al difensore, avrei sacrificato l’allenatore. La vicenda, casomai ce ne fosse stato bisogno, ha ribadito lo stato comatoso in cui versa il calcio italiano. Alimentato dalla volubilità del tifoso medio. Ergo, per qualcuno gli eroi di ieri diventano improvvisamente i traditori di oggi. Per qualcun altro, invece, i nemici di ieri, diventeranno in fretta gli idoli di domani. E’ un calcio senza coerenza. E quindi senza speranza.

Lascia una risposta