Xavi olandese

I settori giovanili delle squadre olandesi, non solo Ajax, PSV e Feyenoord, sfornano talenti a getto continuo. Uno degli ultimi gioielli in ordine di tempo è Jordy Clasie, 20 anni compiuti da poco, fisico minuto e un centimetro d’altezza in più del suo idolo, Xavi Hernandez. Clasie, tornato alla casa madre dopo una breve parentesi in prestito all’Excelsior, è l’ennesimo schiaffo al calcio muscolare e senza fantasia. Arrivato al Feyenoord ad appena 9 anni, il ragazzo si è messo in evidenza fin da subito mostrando di possedere, oltre alle necessarie qualità tecniche, una personalità non comune. Pilastro di tutte le rappresentative olandesi, under 18, under 19 (di cui è stato anche capitano) ed oggi under 21, la scorsa stagione Jordy è stato parcheggiato nella terza squadra di Rotterdam (la seconda è lo Sparta, attualmente militante in seconda divisione) dove ha disputato un campionato di ottimo livello. Quasi sempre titolare, ha messo insieme 32 partite, 2 reti e 5 assists, risultando determinante per la salvezza dell’Excelsior. Quest’anno, riproposto a furor di popolo al De Kuip, è diventato un punto fermo del nuovo Feyenoord targato Ronald Koeman.

Caratteristiche tecniche – Regista atipico, oltre ad impostare la manovra con sagacia, Clasie dispone di un dinamismo insolito per un playmaker. Jordy sa fare tutto ed ha il pregio di farlo a velocità supersonica. Un po’ Xavi e un po’ Fabregas, questa la sintesi calcistica di Clasie, un ragazzo molto più maturo della sua età. Del resto la filosofia di Jordy è molto chiara: meglio guadagnare poco (nel Feyenoord) ma giocare. Piuttosto che prendere una barca di soldi (magari al Chelsea, club che lo sta corteggiando assiduamente) solo per accomodarsi in panchina.

Lascia una risposta